FORLI 1-2-3 NOVEMBRE

UN FINE SETTIMANA DA RICORDARE PER IL FERRARA HOCKEY

Tanto hockey nel fine settimana e un piccolo passo nella storia per il Ferrara Hockey.
E’ stata una lunga tre giorni di hockey quella che ha visto impegnati sei dei nostri ragazzi delle categorie under 12 e under 16 a difendere i colori dell’Emilia Romagna al Trofeo delle Regioni edizione 2018, e la prima squadra a disputare, in concomitanza , la final four per la coppa FISR (FEDERAZIONE ITALIANA SPORTS ROTELLISTICI). Il tutto si è svolto nella cornice del pattinodromo di Forlì. Obbligatorio iniziare con i ringraziamenti alla Libertas Hockey Forlì che si è fatta carico dell’organizzazione delle manifestazioni e che ha gestito il tutto in maniera impeccabile.
Sabato 3 Novembre la giornata dedicata alla coppa FISR con semifinali e finali da giocare. Il sorteggio accoppia Ferrara contro Cittadella e Milano contro Vicenza. Ad aprire le danze sono proprio Ferrara e Cittadella.

Comincia la gara in una cornice di pubblico meravigliosa (si stimano circa 700 persone per le due semifinali) e sono i Warriors a passare in vantaggio per primi con una rete del capitano Antonio Pistellato. Il Cittadella non sembra dell’idea di volere lasciare il posto in finale agli estensi e infatti prima pareggia con Nicolò Pace e poi passa in vantaggio su una marcatura di Michele Covolo, vantaggio che la squadra veneta conserverà fino alla fine del primo tempo. Si torna in campo per la ripresa e il Ferrara riprende a macinare il suo gioco, la squadra è ordinata, fa maggiore possesso rispetto agli avversari e tutto questo viene premiato dalla rete del pareggio messa a segno da David Stricker.

Siamo intorno al dodicesimo minuto del secondo tempo, viene fischiata una penalità al Cittadella e così i ferraresi hanno modo di sfruttare due minuti di superiorità numerica. Superiorità messa a frutto da Yahya Yahyaoui che, forse stimolato dall’aria di casa, (il giocatore è di formazione e provenienza dalla Libertas Forlì) infila un tiro imparabile alle spalle del Portiere Veneto.

Al gol di vantaggio seguiranno altre due reti estensi, rispettivamente con Matteo Bellini e Nicola Lettera. Riprova il Cittadella a rialzare la testa con un’altra marcatura di Covolo, ma ci pensa ancora Lettera con il sesto gol a togliere ogni speranza ai Veneti.

Partita chiusa sul 6 a 3 e finale guadagnata contro il Milano che l’ha conquistata a sua volta dopo un tiratissimo match contro i Diavoli Vicenza ASD e vinto soltanto ai rigori.
Il Ferrara Hockey Warriors per la prima volta nella sua storia raggiunge la finale di coppa FISR e l’avversario sarà la squadra più blasonata d’Italia.
La cronaca della finale è piuttosto semplice. Dato il divario tecnico tra le due formazioni si sapeva chi avrebbe avuto la massima probabilità di alzare la coppa ma le partite nello sport vanno giocate e fino all’ultimo, soprattutto in una finale non è mai detta l’ultima parola.

E’ proprio qui però che il Ferrara è mancato. La finale l’ha giocata si, ma per soli 10 minuti dove ha tenuto testa ai campioni meneghini riuscendo a rimanere in svantaggio di una sola rete col punteggio di due a uno, poi sono cominciate a mancare energia, concentrazione, abitudine alla vittoria facendo subentrare affanno, confusione, forse appagamento per il risultato comunque raggiunto, tutto questo sommato alla lettura tattica non totalmente adeguata a quella partita consentendo così al Milano di dilagare e di chiudere sul punteggio di quattordici a uno. La larga sconfitta però non va a scalfire più di tanto quanto di buono fatto fino ad ora. Ampia la soddisfazione del team e della dirigenza tutta per il bellissimo percorso che ci ha portati fino a disputare questa storica finale e buona l’unione e la motivazione molto forti all’interno di questo gruppo di giocatori.
Sabato prossimo,inoltre ci sarà l’occasione per vedere se il divario tra Ferrara e Milano è proprio quello visto in coppa o se si può fare meglio.

I lombardi, infatti, sono attesi al pattinodromo di Ferrara per la quarta giornata del campionato di serie A.
In conclusione vogliamo ricordare i nomi dei nostri piccoli atleti che hanno difeso i colori dell’Emilia Romagna.
Under 12: Federico Monteleone, Giacomo Aleardi, Natan Mainetti e Alessandro Sassoli.
Under 16: Giacomo Bolgnesi e Jacopo Fabbri.
Bravi tutti e sempre #forzawarriors.